Nuove Idee in Politica

Idee forti per un futuro sostenibile.

01 novembre 2006

Pizza esplosiva 8,50€ (può avere effetti collaterali)




Ma cosa sta succedendo in Campania?
Rifiuti, omicidi,manifestazioni...
Dove stà il Governo?
Beh sta tastando il polso agli italiani per vedere chi ha ancora un pò di sangue da dare al nostro "caro" Paese!
Tre morti ammazzati in poche ore nel Napoletano, salgono a 8 le vittime in 5 giorni.
Ora il Governo pensa all'invio di truppe dell'esercito nelle zone "strategiche" nel napoletano.
Ma quali sono le zone strategiche??
"Le forze armate potrebbero essere destinate a presidio degli obiettivi strategici per liberare carabinieri, finanzieri e poliziotti da compiti di sorveglianza ordinaria. L'esercito a Napoli non deve evocare immagini da Vietnam o da guerra civile, perché si tratterebbe di un provvedimento limitato nel tempo, funzionale all'obiettivo di recuperare risorse, in termini di uomini e di mezzi, per contrastare la delinquenza". -De Gregorio presidente della commissione Difesa del Senato e leader del movimento Italiani nel mondo-

Non serve l'esercito a Napoli, non se lo merita per rispetto alla sua immagine nel mondo.
Si merita e ne ha assolutamente bisogno di più poliziotti, carabinieri, finanzieri.
Se chiedete a qualsiasi napoletano il perchè di questa situazione, vi risponderà che a Napoli non c'è lo Stato. Perchè?
Chiedetelo a chi ha deciso di tagliare gli stipendi alla polizia di Stato.
Chi è al giorno d'oggi che rischierebbe di ricevere una pallottola per solo 1.000 euro al mese?
Chi è al giorno d'oggi che rischierebbe di ricevere una denuncia per abuso della forza se si cerca di forzare un pò la mano con i delinquenti?
Chi è al giorno d'oggi che rischierebbe di finire in carcere se fa rispettare la sicurezza delle altre persone magari agendo con l'uso delle armi come ultima ratio?
Chi è al giorno d'oggi che rischierebbe la propria vita nelle forze armate?



Bisogna dare, come ho detto sempre, piu' potere alle forze armate, aumentare gli stipendi a coloro che sono per le strade e non a quelli che stanno negli uffici.
Evitare qualsiasi tipo di raccomandazione nei test per l'ammissione nei vari corpi delle forze dello Stato.
Diminuire il numero di soldati dell'esercito e spostarne altri nelle forze armate.
Ritiro immediato di tutti i contingenti italiani all'estero, che come ho già dimostrato quanto ci costano.