Nuove Idee in Politica

Idee forti per un futuro sostenibile.

26 agosto 2006

LETTERA ALLA REDAZIONE DEL TG5


Questa è una bozza della lettera che verrà inviata al TG5, chiedendo la vera informazione riguardo alla nostra ignoranza rispetto alle fonti alternative al petrolio.
Se pensate a delle modifiche da fare o delle aggiunte, postatemele.

SE SIETE D'ACCORDO ALL'INVIO,SCRIVETEMI IL VOSTRO NOME, COGNOME (REALE) E INDIRIZZO (così facciamo le cose fatte bene, dimostrabili e veritiere).

Spett.le redazione del TG5,
io e altri .......(numero) telespettatori, cittadini italiani, vorremmo che Voi, in qualità del ruolo che rappresentate, cioè quello dell' informazione pubblica e libera, rendiate pubblico al TG delle 13.00 di questa settimana, che le automobili a idrogeno, come la casa autosufficiente e funzionante a energia solare senza essere collegata ad un monopolio fornitore di energia elettrica, sono già state inventate da anni!
Nessuno, però, ha il coraggio di dirlo dato che le grandi ditte automobilistiche e dispensatrici di energia elettrica non vogliono farlo sapere solo per proteggere i propri interessi.Volendo portare degli esempi a favore, basta che vi informiate riguardo ad un certo Markus Friedli in Svizzera dove dal 1990 produce autonomamente l'energia grazie a pannelli solari. Attraverso poi l'elettrolisi dell'acqua, scinde l'ossigeno(O) dall'idrogeno (H) e con quello fa andare i fornelli di casa, il riscaldamento e anche un furgone ad idrogeno.In Svezia Olof Tengstrom fa lo stesso, la sua auto e la sua casa vanno ad idrogeno e lo fabbrica con l'elettricità di un mulino a vento.In Germania un piccolo paesino, Schonau, ha deciso nel 1995 attraverso un referendum di privatizzare in maniera popolare l'energia elettrica dal fornitore nazionale e di prodursela autonomamente con la caldaia di casa: con il metano fanno insieme elettricità e calore direttamente dove serve con un sistema che si chiama cogenerazione. Se volete vedere il loro sito è http://www.ews-schoenau.de.
Noi vi chiediamo di rendere pubblica la notizia, perchè la gente possa essere veramente informata su questo tema, coiè che le macchine ad idrogeno esistono già da decine di anni e quindi possa valutare in maniera diversa i grandi fornitori di energia elettrica.
Infatti loro mettono in primo piano i loro vantaggi e interessi rispetto a quelli dei loro cittadini. Inoltre dovete informare la gente, dicendo che l'Italia non ha fatto una politica energetica seria basandola sulle fonti rinnovabili: l'Austria, Finlandia, Svezia e Danimarca hanno 20 volte i pannelli fotovoltaici che abbiamo noi, in Germania, a Friburgo, la stazione e un intero quartiere sfruttano l'energia fotovoltaica attraverso i tetti, e sempre qui c'è l' Heliotrop, un edificio che segue il corso del sole. A Berlino il Reichtstag sfrutta la geotermia per riscaldare i suoi ambienti. La Spagna è seconda nel mondo per la produzione di energia attraverso l'eolico.

Dobbiamo muoverci anche noi e presto.

Grazie da.........(numero) telespettatori, nonchè cittadini italiani.

14 Comments:

  • At 2:56 PM, Anonymous Anonimo said…

    SOTTOSCRIVO LA LETTERA,volevo far notare come il discorso energia sia così poco seguito ,è un peccato.avrei aggiunto alla lettera di eliminare la rubrica "gusto":è inutile poco interessante e ruba tempo ad altri argomenti.
    PAOLO77(va)

     
  • At 7:22 PM, Blogger Professor Guidi said…

    Invece della rubrica "Gusto" fare quella sull'"energia", un tour che spieghi come funziona l'eolica, l'energia a biomasse, la cogenerazione, l'idrogena e la cella a combustibile. Sicuramente la gente non si addormenterebbe davanti a quella rubrica, come a me capita sempre!

     
  • At 9:36 PM, Anonymous Anonimo said…

    L'anidride Carbonica è CO2 mentre H2O è L'acqua,per il resto sono d'accordo

     
  • At 12:44 AM, Anonymous Anonimo said…

    Sono d'accordissimo, ci proviamo, ma quale è il tuo email?

     
  • At 12:05 PM, Anonymous Anonimo said…

    Perchè vuoi mandare la notizia solo a TV? Che il suo movimento non sia solo una copia in formato ridotto della Lega? La lega non piace agli italiani e neppure Berlusconi. Si inventi qualcosa di diverso,se proprio non vuoi stare con D'Alema.

     
  • At 12:16 PM, Anonymous paolina.roma said…

    Sull'energia alternativa, in generale, occorrerebbe qualcosa di più che una lettera a TV5, occorrebbe una trasmissione, magari su geo&geo, non su canale 5. Tutti conoscono l'ambiguità e l'opportunismo di certi leader...

     
  • At 5:36 PM, Anonymous Anonimo said…

    ma che ?
    il Professore balbetta ?
    Su... su... coraggio ....
    Tieni duro (!)

     
  • At 6:02 PM, Anonymous Un cittadino italiano informato said…

    A livello sperimentale la tecnologia della propulsione a idrogeno esiste da tempo (fu usata nel programma spaziale Apollo degli anni 60), la novità oggi è che la ricerca in questo campo viene promossa assieme dalle grandi case automobilistiche, dalle compagnie petrolifere, e finanziata con 1,7 miliardi di dollari dall'Amministrazione Bush.
    La General Motors ha presentato a Sacramento (capitale amministrativa della California) il prototipo HyWire, con motore a idrogeno, e sviluppa la sua nuova tecnologia in cooperazione con la Exxon e la Shell. Per il momento costruire questo prototipo costa circa un milione di dollari, non proprio un prezzo competitivo per un'auto di largo consumo. Poi l'idrogeno è altamente infiammabile, può comportare pericoli superiori alla benzina che vanno risolti con metodi di stoccaggio particolari. Un altro problema è di disponibilità. Quand'anche i motori a idrogeno fossero economici subito, per convincere i consumatori a comprarli bisogna che esista una rete capillare di distribuzione del nuovo carburante. In America ci sono 180.000 distributori di benzina, e al momento attrezzarne uno solo per la distribuzione dell'idrogeno costa ben 400.000 dollari.
    Per ora ci sono solo due distributori a idrogeno aperti al pubblico, tutti e due vicini a San Francisco.
    Oggi la soluzione più utilizzata per produrlo consiste nell'estrarlo dal gas naturale. Un'altra tecnica è l'elettrolisi che separa l'idrogeno dall'acqua: ma consuma energia elettrica. Quindi il carburante pulito in realtà viene prodotto con metodi "sporchi". L'unica soluzione veramente "verde" consiste nell'estrarre idrogeno dall'acqua usando elettricità prodotta con fonti di energia pulite come il vento: è la tecnologia attualmente sperimentata dalla Honda nel suo laboratorio di Torrance in California. Per adesso è solo una grande speranza.

     
  • At 6:16 PM, Anonymous Un'altro cittadino said…

    Un prototipo esposto a Bologna dalla BMW conferma che l’auto a idrogeno esiste già. Si tratta di un'auto a idrogeno, capace di straordinarie prestazioni. Le caratteristiche tecniche della macchina da record H2R confermano la tesi che l'idrogeno, usato per le avventure spaziali, può sostituire i combustibili tradizionali senza compromettere le prestazioni. Grazie ad un motore sei litri 12 cilindri capace di sviluppare una potenza superiore ai 210 kW (285 CV), questo motore permette al prototipo di accelerare da 0 a 100 km/h in circa 6 secondi e di raggiungere una velocità massima di 302,4 km/h. Basato sul motore a benzina della 760i, il motore a combustione interna di idrogeno vanta le tecnologie più avanzate come la fasatura completamente variabile valvetronic. Purtroppo valgono le perplessità esposte dal precedete post e quindi la lettera al TG 5 (sempre di Berlusca parliamo, neh …?) non serve a niente. Per piacere non mettiamo in mezzo F.I. , Mister B , e
    Boss(ol)i vari.

     
  • At 9:42 PM, Anonymous sbirulino said…

    fatica sprecata... questo è un lega-forzista, non lo avete ancora capito?

     
  • At 12:19 PM, Anonymous Il furbastro said…

    E fatelo fare ...
    che volete da un ragazzino di ventitrè anni ? L'unica cosa che ha capito è che se viene eletto non farà più un ca**o per tutta la vita e potrà mandarci al diavolo tranquillamente , ridacchiando per quanto siamo fessi... lui è rimasto affascinato da Pivetti, Maroni, Bossi, Calderoli ecc. ecc.
    Dimentica però tutti i sacrifici del Berlusca (lavapiatti, spaccalegna,lavavetri e venditore di fumo(quello buono).
    Ma tra il dire e il fare, c'è di mezzo il mare.
    Auguri comunque, guagliò...

     
  • At 11:48 AM, Anonymous Massimo Greco said…

    per me va bene ANCHE al TG 5 dove milioni di italiani incrementano la propria obesità in fasce orarie altamente prevedibili.

    Qualcuno si ostina a dire che il fotovoltaico è insufficiente... e con questa musica si va avanti da 30 anni...

    Nel 2001 sono stato per la prima volta a Berlino, con mio figlio.
    Era il 26 dicembre, pieno inverno... alle 3 del pomeriggio era quasi buio... ma dal treno.... non ho mai visto tanti pannelli solari in una volta sola come allora... più che in Grecia dove ho spesso chiesto quali autorizzazioni occorrono per installare un pannello solare. E mi è stato sempre risposto nessuna!

    In Italia oltre a scoraggiarti con i costi se non hai le infinite autorizzazioni necessarie ti trattano come un criminale.

     
  • At 1:01 PM, Anonymous Anonimo said…

    Ma perché al TG5 e non alla RAI che è l'ente pubblico di informazion nazionale!?

    Mi pare una richiesta infantile, lo si sa che esistono le macchine a idrogeno, ma non sono ancora convenienti come rendimento, costo e praticità. Vedrete che se il petrolio salirà di 10 15 volte allora le altre forme di energia risulteranno vantaggiose.

    Ora ancora, putroppo il petrolio è il più economico e ha il più buon rendimento calcolando tutti i costi.

     
  • At 5:51 PM, Anonymous Anonimo said…

    Sono un pensionato di 56 anni, vorrei sapere come mai prima delle elezioni parlavate ai telegiornali
    Sempre della 3° settimana, e anche qualche volta degli stipendi che erano bassi. Adesso come d’incanto siamo diventati tutti ricchi, e non abbiamo più bisogno di niente,e che prendiamo delle pensioni da nababbi.
    Non e’ così che si fa giornalismo, i problemi ci sono sempre e ci saranno ancora.
    Quindi continuate a trasmettere le cose che trasmettevate prima delle elezioni (servirà a poco ) ma almeno lo spirito di farlo sapere a chi di dovere rimane.

     

Posta un commento

<< Home