Nuove Idee in Politica

Idee forti per un futuro sostenibile.

22 agosto 2006

Apocalisse dolce come il fiele


Oggi in questa spendida giornata estiva apre i battenti il nuovo blog del Professore, un luogo dove chiunque puo' inviare i propri commenti riguardo a degli spunti di riflessione scelti da me ogni giorno.
Innanzitutto chi sono: ho 23 anni e non mi sono mai interessato della politica, in quanto la vedevo molto distante dalle mie scelte di vita; però, da alcuni anni, ho capito che se non sei tu a interessarti di politica è Lei che si interessa di te, e decide molto della tua vita futura(tasse, inquinamento, energia, informazione, ambiente...). Ogni giorno che passa la situazione si fa sempre piu' catastrofica...
Allora ho capito che noi nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa, ma se non c'è una grande idea, un progetto serio per cui combattere insieme, non potremmo mai cambiare in maniera radicale il nostro Paese!
A questo punto cosa fare?Alle amministrative del 2009 io e il mio Discepolo ci candideremo a Sindaco di una citta' del Nord....diciamolo...Trevignano in provincia di Treviso, per poi puntare velocemente ad entrare nel consiglio regionale.
Voglio lanciare un messaggio forte in questo mio blog: se vi guardate attorno non vedete come l'Italia sia destinata(tenendo questa condotta) a morire?Dobbiamo fare qualcosa porca puttana!
Io metterò di volta in volta i miei pensieri e le mie idee su come poter cambiare le cose, da piccole idee che fanno bene al Comune a grandi idee che farebbero bene allo Stato.
Sarò contento se mi posterete le vostre opinioni(se le mie idee sono cazzate o se se sono interessanti), i vostri spunti di riflessione, dato che con queste idee che metteremo da qua a tre anni(2009) verranno da me usate come programma di cambiamento dell'Italia, su cui io e Discepolo baseremo tutte le nostre scelte e decisioni politiche.
Noi siamo filogrilliani. Perciò nel mio blog troverete alcune delle Grandi Idee simili a quelle di Beppe Grillo.
Dato che Discepolo starà guardando il blog, lancio a lui e a chi avrà voglia di farlo, uno spunto di riflessione.
Notizia del 20/08/2006: Una donna italiana di circa 40 anni è stata ripetutamente violentata questa mattina intorno alle sei da un immigrato straniero in una zona semicentrale di Milano. L'uomo, un nordafricano dalla descrizione, l'ha seguita mentre si stava dirigendo alla fermata dell'autobus e l'ha trascinata dietro un cespuglio in una stradina laterale, dove l'ha stuprata per circa un'ora minacciandola con una pietra.(www.tgcom.it)
Notizia del 21/08/2006: Il corpo di una giovane donna è stato trovato da vigili del fuoco e carabinieri avvolto in sacchi di plastica all'interno di un vecchio pulpito nella chiesa di via Ambaraga a Brescia. La vittima è la 23enne Elena Lonati. L'omicida è il sacrestano della chiesa, un cingalese, Chamila. Secondo gli esperti l'agonia della giovane sarebbe durata circa un'ora: la ragazza, infatti, sarebbe stata soffocata con del nastro adesivo che il suo assassino le ha girato intorno al collo chiudendola in un sacco di plastica.(http://www.tgcom.it/)
Notizia fresca fresca di oggi 22/08/2006: Violentata nel bagno di una discoteca a 17 anni. E' quanto successo ad una ragazza in un locale da ballo di Chieti, in Abruzzo. Il suo aggressore, un cittadino algerino di 22 anni, Abderramane Lazerec, già arrestato dalla polizia, l'ha trascinata in un bagno della discoteca ed ha abusato di lei indisturbato.(www.tgcom.it).
-------------------------------------------------------------------------------------
E' questo che vogliamo?Vuol dire questo quando sui loro permessi di soggiorno è scritto visto turistico o permesso di soggiorno per lavoro autonomo?E' questo che intendono per lavoro autonomo?(per fortuna che è autonomo...sennò pensa che casino...)

8 Comments:

  • At 1:48 PM, Anonymous Ivano said…

    Hai perfettamente ragione

     
  • At 5:20 PM, Anonymous Gabriele said…

    Non ti dò torto a riguardo, ma da 23 enne nato e cresciuto in Italia posso dirti una cosa:

    Se davvero riuscirai ad entrare in politica come ti auguro, considera che la primissima cosa da cambiare sarà l'informazione.

    Giornali e telegiornali ci trasmettono ogni giorno notizie di questo o quel fatto più o meno macabro, e la colpa va al 99% ad un extracomunitario.

    Lascia che ti racconti questo:

    Abito in zona Milano, circa 3 mesi fa, in pieno giorno, un pazzo in macchina ha rischiato di farmi fare un incidente tagliandomi di netto la strada. Quando ci siamo fermati al semaforo affiancati, io ho giustamente protestato. Per tutta risposta lui è sceso dal veicolo e si è avvicinato al mio, lo ha aggirato, ed è andato dal lato passeggero dove stava la mia ragazza ed ha cominciato a parlarmi (leggasi "insultarmi/minacciare") tenendo le mani sul finestrino sempre dal lato della mia fidanzata e lanciando sguardi da maniaco alle gambe scoperte parzialmente dalla gonna.
    Per tutta risposta sono sceso impugnando la mazza da baseball che porto sempre in macchina con me (da quando un anno fà rischiai una nuova aggressione) e lo cacciai (grazie a dio non aveva armi di alcun genere, mi venne in mente solo poco più tardi del rischio che avevo corso).

    Dov'è la questione?

    In entrambi i casi era un italiano di nascita, e pure della mia zona.

    Guardare il telegiornale è una sfida. Un match con coi stessi per vedere quanto siamo creduloni, per vedere quanto riusciamo a distinguere la verità in mezzo ad un mare di informazioni.
    In Italia, ogni giorno, avvengono stupri, rapine, omicidi a dozzine, ed i tg ce ne raccontano solo quei quattro o cinque in cui la colpa è quasi sempre di un extracomunitario, e guarda caso, che siano telegiornali RAI, o che siano MEDIASET, le notizie sono sempre le stesse, e sempre uguali in ogni tg.

    Non pensi che in questo modo la nostra visione della realtà si ferma a dove LORO vogliono che si fermi?

     
  • At 5:41 PM, Blogger Professor Guidi said…

    Gabriele hai ragione riguardo all'informazione che è marcia in Italia, come un po' dappertutto...
    in effetti una delle nostre battaglie sarà sull'informazione, perche' a queste persone qui(vedi banchieri,politici,imprenditori-sfruttatori),glielo possiamo mettere in quel posto solo se facciamo una guerra per l'informazione libera senza censure e soprattutto suffragata da prove.
    Riguardo al secondo punto della questione, tutti noi sappiamo che assassini e malavitosi italiani ce ne sono a gogò,ma attenzione perchè l'immigrazione ci sta portando altri elementi pericolosi,la cosa peggiore che puo' capitare è che si uniscano in clan,gruppi o ghetti.
    Basta guardare a Padova dove si è dovuto innalzare un muro di lamiera per proteggere la gente da questi gruppi di immigrati malavitosi...Non voglio che dobbiamo trincerarci e avere paura degli stranieri in terra nostra,non ci sto!
    Dobbiamo mettere un blocco agli sbarchi!

     
  • At 10:51 PM, Blogger michele said…

    caro prof guidi...se lei entra in politica ben venga...ma l'informazione, il traffico, l'immigrazione, il terrorismo...sono tutte bazzecole...sa da dove dovrebbe iniziare per fare veramente qualcosa di buono in italia????
    prenda a calci in c..o prodi berlusconi rutelli e fini..li cacci tutti...perchè non solo hanno rotto le scatole ma sopratutto ci hanno già rubato troppi soldi...dopo che ha fatto questo prenda noi giovani e organizzi un nuovo governo pacifista che guarda al cittadino e che vuole portare veramente l'italia al cospetto dell'europa come un vero stato unito e non come un circo pieno di pagliacci idioti.
    l'italia è marcia fino alla radice estirpiamo le piante marce dissodiamo il terrone con il sudore di tutto il popolo (sudore che sono anni che buttiamo fuori) e ricominciamo piantando nuovi semi per un paese un mondo migliore.-
    Piermichele Patella
    32 anni

     
  • At 12:06 PM, Blogger discepolo said…

    Esimio professore, speriamo che il suo impegno e la sua iniziativa in merito alla creazione di questo blog possa darci la spinta giusta verso un unione positiva e benefica per la formazione di un nuovo schieramento politico più orientato verso il centro senza dover costringere la gente a doversi schierare per forza a destra o a sinistra pur avendo delle visioni o delle idee nettamente più sfumate. Purtroppo vige da qualche decennio una scolarizzazione di massa che tende a far ragionare gli individui in termini binari (si/no) ...(dx/sx)...ne sono esempi ecclatanti la tendenza a far si che le persone si schierino in fretta (sei juventino o milanista?) ...(pro o contro?)ecc..., frutto bacato di un controllo sociale che si basa sulla produttività, sull'efficienza massimizzata e quindi sulla rapidità di decisione. QUESTA DELETERIA DIREZIONE VA MODIFICATA! E noi possiamo provare :-)

     
  • At 1:56 PM, Anonymous Anonimo said…

    Quando Erika ha ucciso insieme al suo fidanzato SUA MADRE e SUO FRATELLO subito ha dato la colpa agli extracomunitari, tutti i tg davano la notizia in prima e mostravano interviste a passanti che chiedevano l'uccisione di questi individui.

    E' stata Erika. Nessuna scusa da parte di nessuno.

    Non è questione di pelle o credo, se uno è delinquente è delinquente.
    L'essere nato in un paese piuttosto che in un altro NON E' un merito ma è puro caso.

    Sai che per tedeschi, austriaci e francesi TU sei un inferiore, ti sembra giusto?

     
  • At 4:42 PM, Blogger Professor Guidi said…

    Michele la nostra lotta sarà proprio quella di estirpare questi anziani magnaccioni dalla politica, vedi Scalfaro e soprattutto Andreotti!
    Ma chi li vuole al Senato a prendere cinque volte, minimo, di più al mese rispetto a te che ti fai un c..o così in fabbrica!

     
  • At 10:14 AM, Anonymous Anonimo said…

    Sempre le solite cose, i soliti incazzati, i soliti bla bla bla di persone che alla fine sono impotenti nei confronti di una società totalmente globalizzata e concatenata in un gioco ad incastro inestricabile. Professore, con tutto il rispetto, se fossi un suo concittadino mi guarderei bene dal votarla, perchè come tutti quelli che si danno alla politica, dopo una partenza in cui gli ideali la fanno da padrone, lei imparerà presto a leccare il culo del politico di turno che le dirà cosa dire e cosa no, cosa fare e cosa no, cosa dare e a chi.Così vanno le cose caro Professore e sappia che per cambiare veramente il mondo in cui viviamo bisogna iniziare prima da noi stessi. Grazie per lo spazio.
    Roberto

     

Posta un commento

<< Home